LIFE WEEE
Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): tesori da recuperare!

Il progetto LIFE WEEE persegue l’obiettivo di aumentare e migliorare la raccolta di RAEE in Toscana e in Andalusia attraverso l’implementazione di un nuovo modello di governance basato sul coinvolgimento delle piccole e medie imprese e attività di sensibilizzazione verso i cittadini. Attività di comunicazione mirate nei confronti di cittadini e imprese consentiranno di mettere in atto nuove pratiche di collaborazione, garantendo così il successo dell’iniziativa. Richiamare l’attenzione del pubblico sull’importanza della raccolta differenziata dei RAEE è essenziale sia per eliminare le pratiche che comportano gravi rischi ambientali sia per la piena attuazione della direttiva RAEE.

www.lifeweee.eu
Durata: 01-SET-2017 a 31-MAG -2021
LIFE16 GIE/IT/000645

LIFE LESSWATT
Strumento innovativo per valutare e minimizzare i contributi diretti e indiretti della carbonfoot print prodotta dalle vasche di ossidazione degli impianti di depurazione

L’obiettivo principale del progetto LIFE LESSWATT è lo sviluppo di uno strumento innovativo per valutare e minimizzare i contributi diretti e indiretti della carbonfoot print prodotta dalle vasche di ossidazione degli impianti di depurazione. Questo strumento è composto da un prototipo (LESSDRONE) per il monitoraggio in condizioni operative dell’efficienza di trasferimento dell’ossigeno e da un protocollo che utilizza le complesse informazioni di processo raccolte per tradurle in azioni volte a minimizzare la CFP degli impianti e il loro consumo energetico. La riduzione dei costi energetici e delle emissioni di gas serra, nel rispetto dei limiti di qualità degli effluenti, migliorerà la sostenibilità ambientale ed economica degli impianti di depurazione, riducendo anche i costi per il servizio agli utenti sia domestici che industriali. L’efficacia dello strumento sarà dimostrata e validata negli impianti di depurazione della conceria CUOIODEPUR e in altri cinque impianti, tre in Italia e due nei Paesi Bassi.

www.lesswattproject.eu
Durata: 01-OTT-2017 a 30-NOV -2021
LIFE16 ENV/IT/000486

SUNALGAE for LIFE
Processo innovativo per il miglioramento dell’efficienza dei pannelli solari mediante l’utilizzo di alghe

L’obiettivo principale del progetto LIFE SUNALGAE è la produzione di un innovativo materiale algale in grado di migliorare l’efficienza dei pannelli solari a base di silicio e a film sottile. Il progetto è il primo del suo genere ad estrarre ed utilizzare la parete cellulare di un gruppo di alghe (diatomee) su larga scala, in applicazioni di miglioramento dell’efficienza dei pannelli solari. Il materiale viene prodotto in un processo sostenibile da un punto di vista ambientale in cui l’acqua viene depurata, i nutrienti vengono riciclati, l’anidride carbonica viene assorbita e una biomassa organica viene altresì prodotta per altre applicazioni ad alto valore aggiunto. Il progetto mira alla produzione su larga scala di questo innovativo materiale algale la cui coltivazione è anche in grado di riciclare i nutrienti provenienti da un allevamento ittico. Il materiale prodotto sarà testato per il miglioramento dell’efficienza nei pannelli solari.

https://swedishalgaefactory.com/project/eu-life-sunalgae/
Durata: 01-LUG-2018 a 31-DIC-2021
LIFE17 CCM/SE/000050

LIFE OLEA REGENERA
Valorizzazione dei rifiuti organici derivanti dal processo di estrazione dell’olio d’oliva

Nell’ambito del progetto LIFE OLEA REGENERA sarà realizzato un impianto industriale per la produzione di nuovi prodotti dagli scarti dell’estrazione dell’olio d’oliva. Questi scarti possono essere trasformati in prodotti ad alto valore aggiunto come mangimi e biostimolanti da utilizzare in agricoltura. Il nuovo processo consentirà di ridurre la produzione di scarti, il consumo energetico  e l’inquinamento atmosferico. L’impianto industriale si baserà su una tecnologia brevettata in grado di separare le fasi liquida e solida dell’”alperujo” generato durante l’estrazione dell’olio d’oliva, solo tramite trattamenti fisici. Il processo di separazione porta a un residuo solido con un alto contenuto (35%) di acidi grassi monoinsaturi e un residuo liquido con un alto contenuto di molecole antiossidanti e metaboliti secondari. Il progetto mira a confermare l’alto valore economico di questi due sottoprodotti. Il sottoprodotto liquido sarà utilizzato per formulare 6 biofertilizzanti che saranno testati in coltivazioni di oliveti, ortaggi, agrumi, uva e meloni, in Portogallo e in Spagna. Riducendo il contenuto di acqua (e quindi il peso) dell’alperujo, le emissioni di anidride carbonica legate al trasporto di questo residuo ai siti dove avviene l’estrazione secondaria saranno ridotte.

https://lifeolearegenera.com/
Durata: 01-SEP-2018 a 31-MAR -2022
LIFE17 ENV/ES/000189